Presentazione del progetto

The Anthropology of Smartphones and Smart Ageing è un progetto di ricerca globale basato al dipartimento di Antropologia di UCL, finanziato dal Consiglio Europeo della Ricerca (ERC-2016-Adg – SmartPhoneSmartAging – 740472). Il progetto impiega un gruppo di dieci antropologi che conducono etnografie simultanee in Irlanda, Italia, Camerun, Uganda, Brasile, Cile, Trinidad, Gerusalemme Est, Singapore, Cina, e Giappone. Partito in Ottobre 2017, con ricerca sul campo partendo da Febbraio 2018, l’obbiettivo del progetto cinquennale è di condurre un’analisi comparativa sull’impatto dei smartphone sulla esperienza di mezza età attorno al mondo, e di considerare le possibili implicazioni per lo mHealth.

Com’è cambiato il rapporto con la salute e l’invecchiamento a seguito dell’ascesa globale dello smartphone?

Esamineremo l’esperienza dell’invecchiamento per coloro di mezza età, che non si sentono né giovani né anziani, e che hanno un’aspettativa di vita aumentata rispetto alle precedenti generazioni e hanno di conseguenza diverse aspirazioni per la la loro mezza età. Concentrandoci sull’uso degli smartphone, in particolare per la salute, cercheremo di esaminare l’impatto dei media digitali sulle persone di questa età. Gli smartphone offrono un potenziale aumento delle nostre capacità nel momento in cui il peggioramento salutare potrebbe portare a una diminuzione delle nostre capacità.

Le iniziative di mHealth (salute via smartphone) si rivolgono prevalentamente ai bisogni delle popolazioni più anziane, aiutando le persone ad affrontare le loro malattie e problemi di salute. Tuttavia, mentre mHealth può potenzialmente aiutare coloro che hanno un accesso limitato all’assistenza medica professionale, minaccia simultaneamente di eludere e denigrare i servizi medici professionali.

La collaborazione etnografica può portare a interventi di mHealth culturalmente sensibili ed efficaci?

Il nostro obiettivo è di migliorare gli interventi di mHealth con il design partecipativo guidato dall’etnografia. Per noi, lo “smart” nell’ “Invecchiamento Smart” significa riconoscere l’appropriazione creativa della tecnologia da parte delle persone, piuttosto che fare interventi top-down. È prevista una collaborazione a tre vie tra professionisti della salute, il nostro team etnografico, e i nostri informatori sul campo.

Uniremo una sfida intellettuale per capire l’impatto dei nuovi media sulla natura dell’invecchiamento con una sfida applicata di utilizzare questa conoscenza per rendere più efficaci gli interventi di mHealth. Entrambe le sfide dipenderanno dalla sensibilità alle diversità culturali scoperte dal nostro approccio di etnografia comparativa.

Quali saranno i risultati per la ricerca antropologica?

Questo esercizio di antropologia avanzerà il campo dell’antropologia digitale che, finora, non ha considerato lo smartphone da una prospettiva comparativa globale. La nostra intenzione è quella di scrivere una serie di libri e monografie ad accesso libero rivolti sia a un pubblico antropologico che a un pubblico più generale. Condivideremo anche le nostre scoperte su questo sito web, su dei film, e attraverso materiali didattici.

ico_smartphones

Smartphone

Le nostre etnografie considereranno come gli smartphone influenzano quasi tutto nella nostra vita; dalle relazioni personali, alla partecipazione alla vita culturale, fino agli hobby. Riteniamo che sia giunto il momento di una comprensione antropologica della cultura degli app e della sua relazione con l’età e la salute. Pertanto, ci impegniamo a fare una valutazione comparativa sull’usoe impatto degli smartphone nei nostri undici siti.

ico_clock

Invecchiamento Smart

Molte società sono organizzate in base all’età delle persone. Tuttavia, molte pratiche comuni come la pensione non si sono adattate al marcato aumento dell’aspettativa di vita in molte regioni del mondo. Le persone di mezza età possono essere incerte se rivendicare l’autorità della terza età oppure lo status della gioventù. Per noi l’”invecchiamento smart” significa riconoscere che la mezza età si sta ridefinendo nell’era digitale, anche attraverso l’appropriazione creativa della tecnologia.

ico_health

m-Health

Oggi, si stanno lanciando in tutto il mondo un numero enorme di app per la salute, con il potenziale per migliorare l’accessibilità alle informazioni e servizi sanitari. Tuttavia, vi è anche il pericolo di sostituire l’esperienza medica con disinformazione non regolamentata, danneggiando le relazioni tra professionisti e pazienti. Prestando attenzione ai contesti sociali e culturali di mHealth attraverso l’etnografia, il nostro obbiettivo e di migliorare la comprensione e la pratica in questo campo in continua evoluzione. mHealth non vuol dire soltanto app per smartphone, ma comprende tutti gli usi degli smartphone che riguardano la salute, per esempio l’uso di WhatsApp per coordinare l’assistenza sanitaria o di Google per trovare informazioni sul benessere.

Campi di ricerca

I Ricercatori

La maggior parte dei ricercatori hanno sede presso l’UCL, finanziato da una borsa di studio del Consiglio Europeo della Ricerca (ERC) della durata di cinque anni. Il team comprende dottorandi, ricercatrici post-dottorandi e personale docente a tempo pieno. Il progetto include anche la collaborazione con altri dipartimenti di UCL, istituzioni, e fonti di finanziamento.

La lista dei nostri partner.

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca